mercoledì 24 ottobre 2007

Galleria Fotografica


3 commenti:

Lucy ha detto...

Complimenti! Questa galleria è davvero bellissima.

Mario ha detto...

UNA NOTTE DI LACRIME E BACI


Era una notte serena nel Villaggio della Foglia ed una grande luna piena illuminava con la sua luce argentea Konoha e le zone circostanti.
Sulla sommità della montagna degli Hokage, una giovane e bellissima donna dai lunghi capelli color indaco e dagli occhi color perla osservava il paesaggio sottostante.
Hinata doveva avere tutte le ragioni del mondo per essere felice: solo l' anno prima si era finalmente sposata con il suo Naruto, diventando così la moglie del nuovo Hokage.
Eppure non era così: infatti la giovane donna aveva l' aria triste e abbattuta; stava ricordando i tragici avvenimenti di sette anni prima.
La famigerata Akatsuki, insieme al Villaggio del Suono e al Villaggio della Pioggia, aveva sferrato un attacco devastante contro il Villaggio della Foglia per impadronirsi della Volpe a Nove Code e porre così tutti i Paesi dei Ninja sotto la propria egemonia.
I combattimenti furono terribili: Tsunade era morta in seguito alle ferite riportate nello scontro contro il suo vecchio compagno Orochimaru ed altri grandi ninja come Kakashi Hatake e Gai Maito erano morti durante un' eroica resistenza nei pressi del Palazzo dell' Hokage.
Proprio quando per la Foglia sembrava giunta l' ora della disfatta, all' orizzonte apparve Naruto insieme al suo amico Sasuke, Gaara e tutti i Jonin del Villaggio della Sabbia; l' intervento fu provvidenziale: la terribile Akatsuki venne distrutta e l' attacco respinto.
Improvvisamente due grandi lacrime incorniciarono il volto di Hinata: anche suo padre Hiashi e sua sorella Hanbi erano morti nei combattimenti.
Proprio in quel momento, una voce familiare richiamò Hinata alla realtà: davanti a lei apparve Naruto con il mantello ed il copricapo dei suoi predecessori.
"Che cosa ti succede, amore mio?" chiese Naruto mentre dava alla sua amata un gentile bacio sulla guancia.
Hinata rispose con un lieve sorriso. "Non riesco a dormire, Naruto.
Tanto tempo è passato da quei terribili giorni, ma il ricordo mi tormenta ancora."
"Lo posso capire." rispose Naruto con voce tranquilla. "La morte del maestro Jiraiya e del maestro Kakashi mi rattrista ancora, ma è ora di guardare avanti.
Sono riuscito a stipulare un trattato di pace con i Kage degli altri Paesi e la ricostruzione di Konoha è a buon punto.
Inoltre non devi preoccuparti per il futuro del clan Hyuuga: con tuo cugino Neji, insieme a sua moglie Tenten, è in ottime mani e sono sicuro che il mio amico Sasuke, insieme a Sakura, riporterà il clan Uchiha agli antichi splendori."
A queste parole, il volto di Hinata si rasserenò; ad un tratto la giovane donna ebbe un sussulto: Hinata era ormai all' ottavo mese di gravidanza ed il frutto dell' amore che lei provava per Naruto faceva sentire con i suoi calci la sua voglia di vivere e venire al mondo.
"Sono certa che sarà un bambino bellissimo, proprio come te." disse Hinata arrossendo.
"Anch' io ne sono convinto!" esclamò Naruto, mentre sentiva chiaramente i battiti del piccolo cuore di suo figlio.
Dopo queste parole, Naruto guardò Hinata con occhi pieni d' amore e le diede un lungo ed appassionato bacio: sotto la luce delle stelle e della luna, sapevano che insieme avrebbero condotto il Villaggio della Foglia verso un futuro di pace e prosperità.

-*- Alberto -*- ha detto...

Ottimo anche questo post, ma temo che anche in questo caso ci troviamo di fronte ad un fanfic in quanto, del futuro non sappiamo ancora nulla... mi diresti do ve ti procure questi bei racconit?

Grazie